Mercoledì, 23 Gennaio

  info@hics.it •   800 050 980

Accedi

Registrati



35,10,0,50,0
1,600,100,2,3000,4000,2,800
90,150,1,50,12,30,45,1,50,12,1,20,1,1,1,5000
0,2,0,0,2,40,15,5,1,1,0,20,0,1
Aiuto-Cuoco - € 3.750
Aiuto-Cuoco - € 3.750
Cuoco  € 5.200
Cuoco € 5.200
Pasticcere  € 3.750
Pasticcere € 3.750
Corso professionale "Aiuto-Cuoco"
Iscritto nel catalogo della Regione Umbria: ID 18489
Informati e iscriviti

ID Cat. Regione Umbria 18489

Il corso prevede lezioni teorico–pratiche per formare una figura professionale con una solida base di conoscenze spendibili facilmente nel mondo del lavoro.

Tradizione ed innovazione si fondono in questo corso, strutturato affinché ogni allievo sappia valorizzare i prodotti, dando vita a piatti più o meno complessi: si parte da un attento studio della materia prima, per poi passare alla disamina delle tecniche di preparazione, cottura e conservazione, attraverso l’insegnamento dell’utilizzo di tecnologie innovative, nel rispetto delle norme HACCP e delle norme di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Le classi sono a numero chiuso, al fine di garantire a ogni allievo un efficace e sicuro apprendimento. 

  • Profilo prof.le
  • Costi
  • Requisiti
  • Programma
  • Metodo
  • Obiettivi
  • Esame finale
  • Attestati
  • Docenti

Profilo professionale

 L'addetto alla cucina opera nel settore della ristorazione, rivolgendo in particolare la sua attività alla produzione delle basi e dei semilavorati ed al supporto dell'addetto qualificato nella preparazione dei piatti finiti.
Gestisce, inoltre, la pulizia e la sanificazione delle attrezzature, lo stoccaggio e la conservazione delle materie prime.

Costo del corso € 3.750

(IVA esente grazie all’accreditamento della scuola presso la Regione Umbria)
pagabile anche a rate

Il costo del corso comprende:
• attestato di qualifica professionale "Addetto qualificato alla cucina (AIUTO-CUOCO) "ex Decreto MLPS 30/06/2015
• attestato di frequenza della scuola High Italian Culinary School
• attestato HACCP sostitutivo del libretto sanitario
• attestato Sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08)
• iscrizione per un anno alla Associazione Professionale Cuochi Italiani (APCI)
• divisa completa e scarpe antinfortunistiche
• dispense e materiale didattico
• borsone per il trasporto di divisa e materiale didattico
• uso delle attrezzature dei laboratori
• materie prime e di consumo
• assicurazione INAIL
• assicurazione privata antinfortunistica per la durata di un anno.

Pagamento del corso

La quota di iscrizione comprensiva di oneri ed imposte e KIT divisa dovrà essere pagata nei seguenti termini:

      • Unica soluzione: da versare entro 10 giorni dalla ricezione della scheda d’iscrizione
oppure
      • 1^ rata:
 caparra confirmatoria pari al 15% per l’iscrizione da versare entro 10 giorni dalla ricezione della scheda d’iscrizione
      • 2^ rata: pari al 50%   entro la data di inizio corso
      • 3^ rata a saldo (35%): entro la data di inizio dello Stage

Per i residenti all’estero:
      • 
il 50% al momento dell’iscrizione
      • il 50% entro la data d’inizio corso

Il prezzo è valido per tutte le edizioni del corso in partenza prima del 30/07/2019. Il prezzo del corso per le edizioni in partenza dopo il 30/07/2019 potrà subire delle variazioni.

Per maggiori informazioni consulta le pagine FAQ  e  Iscrizione e pagamenti

Programma

Il percorso assicura l’apprendimento delle tecniche di base per la preparazione di ricette della cucina italiana con uno sguardo a quella internazionale, attraverso lo studio di tutte le categorie merceologiche, l’utilizzo delle attrezzature di cucina e l’impiego di tecniche di cottura tradizionali e innovative.
Le lezioni pratiche sono incentrate sullo studio e l’approfondimento dei metodi di taglio e della preparazione di verdure; fondi e salse; patate; legumi; cereali; uova; primi piatti regionali e nazionali; pasta fresca e pasta ripiena; riso; pesce; carne; tecnologia applicata alla preparazione di verdure, carne e pesce; fritti; pasticceria. 

Metodologia

La metodologia prescelta per lo svolgimento delle lezioni tiene conto sia delle caratteristiche tecniche del percorso, che delle esigenze di apprendimento degli utenti a cui l’offerta formativa è indirizzata. Sarà, pertanto, estremamente partecipativa, esperienziale e interattiva.
Il corso, infatti, intende coinvolgere gli allievi con modalità formative attive, secondo le quali, a fronte di lezioni teoriche saranno assicurate tutte quelle attività che consentiranno un immediato riscontro pratico.
Per il conseguimento degli obiettivi didattici verranno, quindi, utilizzate lezioni frontali, metodologie di simulazione, role playing (in particolare si intende effettuare simulazioni di ruolo in situazioni tipiche del lavoro di Aiuto-Cuoco, analisi di riviste di settore, presenza di testimonianze di eccellenza provenienti dal mondo della ristorazione. 
Le sessioni formative saranno tenute da professionisti esperti nelle diverse tematiche affrontate dal corso e da persone che hanno esperienza pratica nel campo della ristorazione. Verranno, infine, organizzate visite guidate presso alberghi, ristoranti e strutture similari.
Il corpo docente è composto da esperti provenienti in maggior parte dall’ l'Associazione Professionale Cuochi Italiani (APCI) con pluriennale esperienza di formazione nelle diverse discipline trattate e da professionisti del settore che potranno trasferire alla classe le esperienze acquisite sul campo e parlare dei problemi concreti della vita professionale dell'Addetto alla cucina.
É previsto, infine, un periodo di stage presso strutture partner(360 ore) il cui obiettivo principale è di consentire ai corsisti di sperimentare in un reale contesto lavorativo quanto appreso in aula nonché approfondire, verificare, ampliare e consolidare le competenze acquisite durante tutto il percorso didattico.
Ulteriore obiettivo dello stage è mettere in contatto i futuri Addetti alla cucina con strutture del settore per favorire il loro inserimento occupazionale. A tal fine l'Istituto "E. Fermi" con il marchio "High Italian Culinary School" ha attivato una collaborazione con l'Associazione Professionale Cuochi Italiani (APCI).

Programma

Il percorso assicura l’apprendimento delle tecniche di base per la preparazione di ricette della cucina italiana con uno sguardo a quella internazionale, attraverso lo studio di tutte le categorie merceologiche, l’utilizzo delle attrezzature di cucina e l’impiego di tecniche di cottura tradizionali e innovative.
Le lezioni pratiche sono incentrate sullo studio e l’approfondimento dei metodi di taglio e della preparazione di verdure; fondi e salse; patate; legumi; cereali; uova; primi piatti regionali e nazionali; pasta fresca e pasta ripiena; riso; pesce; carne; tecnologia applicata alla preparazione di verdure, carne e pesce; fritti; pasticceria. 

Metodologia

La metodologia prescelta per lo svolgimento delle lezioni tiene conto sia delle caratteristiche tecniche del percorso, che delle esigenze di apprendimento degli utenti a cui l’offerta formativa è indirizzata. Sarà, pertanto, estremamente partecipativa, esperienziale e interattiva.
Il corso, infatti, intende coinvolgere gli allievi con modalità formative attive, secondo le quali, a fronte di lezioni teoriche saranno assicurate tutte quelle attività che consentiranno un immediato riscontro pratico.
Per il conseguimento degli obiettivi didattici verranno, quindi, utilizzate lezioni frontali, metodologie di simulazione, role playing (in particolare si intende effettuare simulazioni di ruolo in situazioni tipiche del lavoro di Aiuto-Cuoco, analisi di riviste di settore, presenza di testimonianze di eccellenza provenienti dal mondo della ristorazione. 
Le sessioni formative saranno tenute da professionisti esperti nelle diverse tematiche affrontate dal corso e da persone che hanno esperienza pratica nel campo della ristorazione. Verranno, infine, organizzate visite guidate presso alberghi, ristoranti e strutture similari.
Il corpo docente è composto da esperti provenienti in maggior parte dall’ l'Associazione Professionale Cuochi Italiani (APCI) con pluriennale esperienza di formazione nelle diverse discipline trattate e da professionisti del settore che potranno trasferire alla classe le esperienze acquisite sul campo e parlare dei problemi concreti della vita professionale dell'Addetto alla cucina.
É previsto, infine, un periodo di stage presso strutture partner(360 ore) il cui obiettivo principale è di consentire ai corsisti di sperimentare in un reale contesto lavorativo quanto appreso in aula nonché approfondire, verificare, ampliare e consolidare le competenze acquisite durante tutto il percorso didattico.
Ulteriore obiettivo dello stage è mettere in contatto i futuri Addetti alla cucina con strutture del settore per favorire il loro inserimento occupazionale. A tal fine l'Istituto "E. Fermi" con il marchio "High Italian Culinary School" ha attivato una collaborazione con l'Associazione Professionale Cuochi Italiani (APCI).

Obiettivi di apprendimento

A conclusione del completo iter formativo, i corsisti saranno in grado di svolgere, in modo professionale, le attività richieste al ruolo di Addetto alla cucina (Aiuto cuoco):
• preparare e conservare semilavorati
• realizzare preparazioni gastronomiche semplici
• assistere e collaborare alla preparazione dei piatti
• allestire il posto di lavoro
• condurre il sistema di garanzia dell'igiene e della pulizia del luogo di lavoro
• lavorare in sicurezza nell'ambito dei servizi di ristorazione. 

In poche parole: svolgere consapevolmente e in piena autonomia operativa il proprio ruolo, utilizzando attrezzature e tecniche idonee nel rispetto dei principi di igiene e sicurezza.

Verifica finale

Alla verifica finale potranno essere ammessi solo i corsisti che avranno frequentato almeno i 3/4 (o il 75%) delle ore di formazione previste dall’intero percorso formativo.

L’esame si svolgerà in una giornata nella quale si effettueranno la prova teorica e la prova pratica, entrambe sostenute davanti a una commissione esaminatrice composta dai docenti del corso ed esperti del settore.

Attestati rilasciati

Al termine del corso e dopo aver superato l’esame finale, il corsista riceverà:
• attestato di qualifica professionale "Addetto alla cucina" di cui è richiesto il rilascio alla Regione
• attestato di frequenza della scuola High Italian Culinary School
• attestato HACCP sostitutivo del libretto sanitario  (frequenza obbligatoria 12 ore) valido a tutti gli effetti di legge Reg. (CE) 852/04
  al termine del modulo relativo all'igiene degli alimenti, realizzato secondo quanto previsto dalle disposizioni regionali (DGR 93/2008 e s.m.) i corsisti saranno sottoposti ad una verifica dell'apprendimento.
• attestato di formazione su "Sicurezza nei luoghi di lavoro" (frequenza obbligatoria 8 ore) valido ai sensi dell'art. 37, commi 2 e 7 del D.Lgs. 81/2008 accordo conferenza stato-regioni del 21/12/2011
  al termine del modulo relativo alla Sicurezza nei luoghi di lavoro, realizzato secondo quanto previsto dalle disposizioni regionali (DGR 93/2008 e s.m.) i corsisti saranno sottoposti ad una verifica dell'apprendimento.

Docenti

• Cristiano Venturi (Chef)
• Chiara Fiorucci (Tescn. alimentare)
•  .... (HACCP)
•  .... (Sicurezza)
• Luisa Bussotti (Avvocato)
• Marco Zugarini (Maitre)

Altri
Tutti
Corsi professionali

ID Cat. Regione Umbria

...
Clik sul corso e guarda la scheda
PASTICCERE

ID Cat. Regione Umbria 18479

...

Clik sul corso e guarda la scheda
CUOCO
High Italian Culinary School

Richiesta informazioni corsi 

Dopo l'invio controlla la tua casella di posta per confermare la richiesta

Open Day

logoFermi

Istituto Professionale per i Servizi

Alberghieri e della Ristorazione

OPEN DAY A.S. 2018/'19

Durante gli OPEN DAY gli studenti potranno visitare i labortaori e l'Istituto e seguire una vera lezione dello Chef Cristiano Venturi, "METTERE LE MANI IN PASTA", degustare le varie ricette preparate in laboratorio ed assumere tutte le informazioni sull’offerta formativa dell’Istituto. Inoltre potranno conoscere i docenti e il Dirigente Scolastico.

Incontri previsti:
Novembre: 15 - 22 - 29 dalle 10:00 alle 12:40
Dicembre: 6 - 13 - 19 dalle 10:00 alle 12:40
Gennaio: 9 - 10 - 17 dalle 10:00 alle 12:40
Gennaio
: 10 - 17 dalle 15:00 alle 17:00

Regala un corso

 

Un Regalo Gourmet

Se sei indeciso su quale regalo acquistare HICS, ti aiuta nella scelta.
Potrai scegliere di regalare un buono che darà al festeggiato la possibilità di decidere quale corso seguire ed in quale serata partecipare.
Il buono non è vincolante, la persona che lo riceverà in dono potrà in base ai suoi impegni ed alle sue preferenze scegliere il corso da seguire tra quelli presenti in calendario.
Trattandosi di buono regalo e non essendo relativo ad un corso in particolare, il coupon non può essere trasformato in danaro nè è possibile richiederne nè il rimborso.
Il buono ha validità di un anno dalla data di emissione.

Opzioni:
Bronze
: 1 serata - € 70
Silver: 3 serate - € 190
Gold: Scuola di cucina (9 serate) € 560

Recapiteremo per te al festeggiato, a nostre spese e in un elegante pacco regalo, il coupon assieme al Kit serale (grembiule e bandana o cappello)

High italian culinary school
Iscriviti alla Newsletter, sarai informato sulle nostre inziative
Niente SPAM!

Inserendo le tue informazioni qui, accetti di ricevere messaggi da High Italian Culinary School. Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà mai condiviso o venduto. Sei sempre libero di disdire facilmente in qualsiasi momento. Per ulteriori informazioni consulta la nostra politica sulla privacy.